La tecnologia virtuale

Caratteristiche generali di Oculus Quest 2

Oculus è il visore VR prodotto da Facebook che permette di immergersi nella Realtà Virtuale.

Oculus Quest 2 è formato da principalmente due elementi: un visore e due manopole.

Il visore, in pratica, è costituito da un paio di occhialoni che devono essere indossati per immergersi in una esperienza, ludica o non, proposta.

Avendo dei sensori di movimento e uno schermo in alta risoluzione piazzato davanti agli occhi, sarà come essere in un videogame in cui tutto il campo visivo viene completamente occupato dalla app o dal gioco. Muovendo la testa, come si farebbe nel mondo reale, o inginocchiandosi e saltando, il mondo reagirà proprio come se foste lì.

Le due manopole, invece, sono dotate di tasti che simulano le mani nel mondo virtuale e che vengono rilevate dal visore automaticamente.

Per muoversi si può compiere qualche passo in ogni direzione, ma in generale è meglio usare i piccoli joypad sulle manopole, altrimenti si rischia di andare addosso a qualche muro o mobile della stanza in cui ci si trova.

Caratteristiche tecniche di Oculus Quest 2

Oculus Quest 2 è dotato di piattaforma Snapdragon XR2, basata sul processore mobile Snapdragon 865.  Oltre al processore, trova spazio un motore specializzato per il tracciamento di oggetti, che permette di gestire i movimenti mentre si è immersi nella realtà virtuale; il tracciamento avviene grazie a 4 videocamere. Infine, La RAM è di 6 GB.

La risoluzione per ogni singolo occhio è di 1832×1920 pixel, si tratta addirittura di un miglioramento del 50% rispetto all’edizione precedente, ma il campo di visione è stato ridotto rispetto all’originale.

Un problema per alcuni utenti potrebbe essere la regolazione della distanza pupillare, in quanto non è gestibile in maniera fluida, ma possiede tre impostazioni fisse: la minima 58 mm, media 62 mm e la massima 68 mm.

Alcune prove di utilizzo online affermano che l’autonomia di Oculus Quest 2 è di circa due ore, a seconda del gioco o applicazione che si sta usando.

Il collegamento al PC e la ricarica avvengono con un cavo USB-C. La tecnologia Link per collegarlo al computer è stata migliorata negli anni e sembra avere un buon grado di maturità. Il visore è stand alone e può essere usato anche senza collegamento.

Pulizia visore e controller di Oculus Quest 2

È importante prendersi cura dei prodotti Oculus e pulirli periodicamente in quanto, solitamente, la normale usura a livello estetico e i danni fisici non sono coperti dalla garanzia.

Quindi, ecco le best practice in materia di igiene e sicurezza da seguire durante l’uso di Oculus Quest 2.

Innanzitutto, per pulizia del visore Oculus Quest 2 è necessario usare un panno asciutto per l’esterno del visore e delle salviette antibatteriche, ovviamente non abrasive, per pulire i cinturini e il rivestimento della maschera.

Non usare, assolutamente, alcol o soluzioni abrasive per la pulizia!

Invece, le lenti del visore, essendo più delicate, devono essere pulite con un panno in microfibra asciutto per lenti ottiche. Partendo dal centro della lente, puliscila delicatamente con movimenti circolari verso l’esterno.

Infine, per la pulizia dei controller, usare un panno asciutto o salviette antibatteriche non abrasive.

N.B. Attenzione all’uso delle salviette Abrasive, in quanto potrebbero rovinare seriamente il dispositivo.